Cos’è il metaverso e perché interessa alle aziende? Quali sono i cambiamenti che porterà al mondo del lavoro, agli uffici e agli studi? Scopriamolo insieme in questo articolo!

COS’É IL METAVERSO?

Il metaverso è un mondo virtuale che fonde in un unicum l’intero spettro delle funzionalità offerte dalle tecnologie digitali tra cui videoconferenze, videogiochi, l’uso di criptovalute, e-mail, realtà virtuale, social media e live-streaming. Un simil world wide web in 3D, in cui le aziende, ma anche attività abitualmente svolte in ufficio, canali e mezzi di informazione e comunicazione sono immersivi e interoperabili.

PERCHÉ INTERESSA ALLE AZIENDE?

Numerose aziende come Facebook (Meta), BMW, Nvidia ecc stanno già investendo nel metaverso. Per quale motivo?
L’opzione “Metaverso” consentirà una collaborazione in tempo reale tra utenti e applicazioni, aumento della produttività e massimizzazione dell’interscambio di know how abbandonando la necessità dell’ufficio fisico o il contatto fisico reale (tutto questo si traduce in miliardi di dollari risparmiati dalle aziende).

LAVORO E METAVERSO

Nei prossimi due decenni, il lavoro su un metaverso comporterà cambiamenti nel modo in cui percepiamo e costruiamo valore. Tutti i componenti di un metaverso esistono oggi, così come milioni di utenti sono già pronti ad adottare la tecnologia della realtà virtuale, con le proprie cuffie, e a vivere la propria vita in ambienti online immersivi. Ciò potrebbe significare partecipare a una riunione di lavoro in una sala riunioni virtuale, visitare una fabbrica digitale o uscire con amici lontani in un salone simulato.

UN ESEMPIO DI META LAVORO

Nei prossimi due decenni, il lavoro su un metaverso comporterà cambiamenti nel modo in cui percepiamo e costruiamo valore. Un esempio esistente è quello di una nuova fabbrica BMW che ha una doppia versione 3D resa digitalmente. Lavorando nel mondo virtuale, la casa automobilistica è in grado di riorganizzare la produzione di un nuovo modello in modo più rapido ed economico rispetto alla vita reale. Addestrarli in scenari virtuali, versioni totalmente realistiche di città reali, è molto più veloce e sicuro. E a questo scopo il metaverso s’incontra perfettamente con l’industria dell’automobile.